Quando c’è il diabete…

Cresce il rischio di tumori maligni

È stato dimostrato che obesità e diabete si associano a un aumentato rischio (da 1.5 a 3 volte) di sviluppare tumori maligni di vario istotipo, quali tumori del colon, del fegato, del pancreas, della mammella, dell’endometrio ed altri. Nonostante si conosca da tempo – illustra Antonino Belfiore, endocrinologo all’università di Catanzaro – che il diabete si associa a importanti complicanze croniche, quali quelle cardiovascolari, renali e oculari, solo recentemente è stato dimostrato quanto queste due patologie si associano a un aumentato rischio di sviluppare tumori maligni. Inoltre – specifica – nel paziente neoplastico, obesità e diabete si associano spesso a una prognosi peggiore”.

Ma a cosa è dovuto il legame diabete-cancro?. “Una serie di studi, sia epidemiologici che sperimentali – spiega Belfiore – ha portato alla conclusione che questo aumentato rischio per la patologia neoplastica è dovuto all’aumento dell’insulina circolante (iperinsulinemia) conseguente a una resistenza periferica all’azione dell’insulina che si verifica sia nei pazienti obesi che nei pazienti con diabete di tipo 2”.

Condividi questo articolo sui social:
0