Il popolo alza la voce

Continuano le contestazioni contro il governo Monti, ieri tutto il malcontento dei manifestanti è esploso durante il corteo organizzato a Roma dalla Fiom. Gli operai metalmeccanici hanno sfilato nel centro della capitale al grido di “Fornero al cimitero” ed “Esodiamo la Fornero”, esprimendo rabbia, stanchezza, indignazione nei confronti di una classe politica che sta spremendo un popolo di lavoratori per mettere una pezza su anni di malgoverno e corruzione. Altro non si chiede che lavoro e giustizia sociale. Il segretario della Fiom, Maurizio Landini, ha auspicato un contatto più diretto con lo stato, in modo da ridurre la distanza abissale che si è creata tre classe lavoratrice e classe politica. Sabato 16 giugno, dalle 9 alle 14, si svolgerà una manifestazione organizzata dai sindacati Cgil- Cisl e Uil con corteo che da piazza della Repubblica raggiungerà piazza del Popolo. La manifestazione interesserà via Emanuele Orlando, largo di Santa Susanna, via e piazza Barberini, via Sistina, piazza Trinita’ dei Monti e via Gabriele D’Annunzio. E’ prevista la partecipazione di circa 60 mila persone.

Condividi questo articolo sui social:
0