Save the Children: vademecum psico-sociale per genitori e bambini colpiti dal sisma

Save the Children, la più grande organizzazione internazionale dedicata alla tutela dei bambini in Italia e nel mondo, dopo il disastroso sisma avvenuto in Emilia ha redatto sul proprio sito un prontuario per aiutare i bambini coinvolti a superare lo choc. Contemporaneamente, in accordo con il Sindaco della cittadina di Finale Emilia, ha avviato nel campo di Finale Stadio, un lavoro di supporto psico-sociale dei bambini, avvalendosi di operatori specializzati. Il primo consiglio per i genitori è quello di limitare al minimo i programmi di cronaca quotidiana che trasmettono in modo assillante e angoscioso immagini di crolli e distruzioni, un martellamento negativo per la psicologia infantile. Il passo seguente è quello dell’ascolto, cercare di capire le loro preoccupazioni e le loro paure per poi intervenire con parole di rassicurazione e protezione. C’è un punto di fondamentale importanza: i genitori devono accettare l’aiuto degli esperti, soprattutto in caso di perdite e lutti. Inoltre non bisogna trascurare o relegare in secondo piano i sentimenti degli adolescenti, paradossalmente più vulnerabili rispetto ai bambini. L’ascolto, il gioco, la lettura sono attività importanti per interagire con i propri figli in questa situazione. Altro consiglio utile per madri e padri è quello di dare il buon esempio, evitare scenate di panico, di sconforto e demoralizzazione, mostrarsi, invece, risoluti e ottimisti, i ragazzi sono spugne e assorbono i comportamenti dell’adulto. Infine incoraggiare i bambini a dare una mano, a collaborare perché aiutare gli altri genera un senso di sicurezza e controllo sugli eventi.

Condividi questo articolo sui social:
0