Una valigia di….farmaci

La voglia di vacanza degli italiani sta esplodendo così come le elevate temperature. Fervono dunque i preparativi e l’incubo “valigia” ritorna a farsi sentire. Quali farmaci portare con sè? Secondo un’indagine promossa da Anifa (Associazione nazionale dell’industria farmaceutica dell’automedicazione), l’80% degli italiani considera i farmaci di automedicazione immancabili compagni di viaggio. La stessa Anifa ha redatto un elenco dei medicinali da mettere assolutamente in valigia per prevenire ogni piccolo inconveniente di salute in villeggiatura. Ecco quali mettere in valigia, uno per uno: gli antidolorifici/antinfiammatori, e antipiretici che oltre alle loro proprietà antinfiammatorie, sono anche in grado di calmare il dolore e quindi indicati in caso di distorsioni, strappi e slogature. Creme e pomate contro le irritazioni della pelle come scottature solari o punture di insetti o meduse (antistaminici e cortisonici a bassa-media potenza). Disinfettanti per la gola per combattere le infiammazioni dovute ad esempio a sbalzi di temperatura. Farmaci contro la cattiva digestione (antiacidi, pro cinetici, anti secretori e inibitori di pompa protonica). Lassativi se si cambiano le abitudini alimentari e l’intestino diventa pigro. Melatonina e altri prodotti contro il jet-lag. Il kit del pronto soccorso (disinfettanti, garze sterili e cerotti, ghiaccio freddo). Antidiarroici per combattere la cosiddetta “diarrea del viaggiatore”. Pomate e creme in caso di ematomi, cadute o traumi leggeri per rendere più rapido il processo di riassorbimento dell’ematoma. Non bisogna infine dimenticarsi di portare con sé i farmaci con ricetta che si assumono abitualmente (ad esempio quelli per la pressione alta, per il cuore, la pillola anticoncezionale, etc.).


Condividi questo articolo sui social:
0