Sul delitto Scazzi il gioco del silenzio

Sabrina Misseri e Cosima Serrano, le principali imputate per l’omicidio della piccola Sara, ieri chiamate dall’accusa a deporre come testimoni, si sono avvalse della facoltà di non rispondere. Scelta identica di Carmine Misseri e Mimino Cosma, fratello e nipote di Michele Misseri, accusati di concorso in occultamento di cadavere,anche loro hanno preferito il silenzio. Bocca cucita anche per l’incredibile il fioraio che raccontò di aver visto madre e figlia trascinare la ragazzina in macchina il giorno dell’omicidio per poi ritrattare tutto, dicendo di aver sognato. A settembre, dopo la pausa estiva, per Sabrina e Cosima inizierà, il vero processo dove dovranno rispondere dell’uccisione di Sara. Buccolieri è indagato per false dichiarazioni ai pm.

Condividi questo articolo sui social:
0