Drogati di silicone

Vivere per apparire, vivere per rifarsi i connotati, seno, gambe, occhi, fianchi, glutei. Non basta mai e il ritocchino diventa patologia psichica. Sul web impazzano le foto di chirurgia estetica estrema, foto deformi e scioccanti messe presumibilmente dagli stessi interessati, non solo donne ma anche uomini, siliconati, gonfi, abbruttiti ma con la follia di vedersi piacenti. Vanity Wonder, il cui nome già la dice tutta, ha speso una fortuna per avere il fondoschiena come quello di Beyoncé ma il risultato è a dir poco esilarante. Non parliamo della donna con il seno più grande d’Europa, un primato ben triste e della disumanizzazione della ragazza-barbie che ha speso 800 mila dollari per fare di sè copia conforme della bambola. Tralasciando uno dei peggiori risultati estetici in campo maschile, il viso-gommoso di Mickey Rourke, i maschietti ristrutturati non sono da meno rispetto alle donne: visi botulinati, pettorali riempiti, glutei e perfino polpacci “ripieni”. Uno scempio. 

Condividi questo articolo sui social:
0