Olimpiadi: trampolino, i tuffi “stregati” della Cagnotto

Più di una delusione per Tania Cagnotto che per meno di mezzo punto perde il podio, Due tuffi rispettivamente valutati 69 e 68 punti l’hanno fatta slittare dal secondo posto del primo giro al quarto. «Era il momento chiave della mia carriera – confessa scorata – adesso sto male, so che la medaglia non mi avrebbe cambiato la vita, sarei stata felice, ovvio, era una soddisfazione tutta per me, per quello che ho fatto in tanti anni. La sento come l’ultima occasione, era l’Olimpiade giusta». Anche se nella sua carriera sportiva manca proprio una medaglia olimpica, nessuno può negare il talento e la professionalità di questa campionessa, la prima atleta italiana ad aver conquistato una medaglia mondiale nei tuffi.

Condividi questo articolo sui social:
0