D’inverno è bello sciare portando il casco… in testa

La ricerca posta in essere dalla Johns Hopkins university of medicine

Arriva il freddo e con esso, per gli appassionati, giornate da tascorrere sui “circuiti bianchi” tra sci e snowboard. Ma l’attività  degli sportivi e non deve sempre e comunque fare rima con la sicurezza e fortunatamente anche lo sci ha attivato le sue precauzioni: l’uso di caschi da parte di sciatori e snowboarder diminuisce il rischio e la severità degli infortuni alla testa e in molti casi risulta decisivo per la vita. La ricerca della Johns Ho­pkins university school of Medicine è stata pubblicata sul Journal of Trauma and Acute Care Surgery. La scoperta sovverte la credenza che finora sosteneva che il casco poteva dare a questi atleti un falso senso di sicurezza che promuoveva comportamenti pericolosi che avrebbero potuto peggiorare gli infortuni. econdo le statistiche, nei soli Usa sono almeno 10 milioni gli americani che praticano sci o snowboard ogni anno, con circa 600mila infortuni annuali. Oltre il 20 per cento di questi eventi riguarda la testa, e la maggior parte è causata dallo scontro con gli alberi. Circa il 22 per cento dei traumi cranici sono severi abbastanza da provocare perdita di coscienza o conseguenze peggiori. “Molto spesso, quelli che si infortunavano non avevano indossato l’elmetto”, ha spiegato Adil Haider, fra gli autori della ricerca. I dati raccolti fra il 2009 e il 2010 tramite il National demographic study della National ski areas association fra 130mila appassionati sciatori in tutti gli Usa mostrano che l’utilizzo del casco è in aumento: circa il 57 per cento degli sciatori lo ha indossato durante la stagione sciistica 2009-2010 rispetto al 25 per cento della stagione 2002-2003. Per lo studio, Haider e colleghi hanno esaminato i dati del Injury control and violence prevention committee della Eastern association for the surgery of trauma che hanno raccolto i risultati di 16 studi su infortuni nello sci e nello snowboard amatoriali. Le analisi hanno mostrato che i caschi sono autentici salvavita e non incrementano il rischio di infortuni. Come conseguenza, la Eastern association for the surgery of trauma ora raccomanda a tutti gli sciatori e gli snowboarder di indossare gli elmetti protettivi.

Condividi questo articolo sui social:
0