Agli italiani piace stare a riposo

Il 21,9% della popolazione non pratica attività fisica da tre anni

Siamo sempre più un popolo di sedentari: solo due italiani su dieci fanno attività sportiva regolare, mentre la stragrande maggioranza non fa sport, e quattro su dieci non fanno assolutamente nulla che richieda una qualche attività fisica. E’ il quadro tracciato dall’annuario statistico 2012 dell’Istat. Nel 2012, il 21,9% della popolazione da 3 anni e più dichiara di praticare nel tempo libero uno o più sport con continuità, mentre il 9,2% pratica in modo saltuario qualche attività sportiva. Le persone che, pur non praticando un’attività sportiva, dichiarano di svolgere qualche attività fisica (come fare passeggiate per almeno due chilometri, nuotare, andare in bicicletta) sono il 29,2%. La quota di sedentari, cioè di coloro che non svolgono nè uno sport né un’attività fisica nel tempo libero, è pari al 39,2% (il 43,5& tra le donne e il 34,6% tra gli uomini). Lo sport è un’attività del tempo libero tipicamente giovanile: le quote più alte di sportivi continuativi, rileva l’Istat, si riscontrano nella fascia d’età tra i 6 e i 17 anni, in particolare tra i maschi di 6-14 anni (60,8%). Per l’attività sportiva saltuaria le percentuali più alte si registrano, invece, tra i 18-24 anni (15,6%). All’aumentare dell’età diminuisce l’interesse per lo sport, mentre cresce il coinvolgimento nelle attività fisiche. Tra i 55 e i 74 anni la quota di persone che svolgono qualche attività fisica raggiunge il massimo, con picchi superiori al 38%,  per poi precipitare al 23,9% a partire dai 75 anni. L’analisi per genere mostra delle differenze molto marcate: tra gli uomini, il 26,4% pratica sport con continuità e l’11,3% lo pratica in modo saltuario; tra le donne, le quote scendono rispettivamente al 17,6% e al 7,3%. Tra le donne, però, è piu’ alta la quota di coloro che svolgono qualche attività fisica (il 31,1%, contro il 27,2% degli uomini). La pratica sportiva diminuisce man mano che si scende da Nord verso Sud. Anche per quanto riguarda l’attività fisica, la quota maggiore di praticanti si riscontra nel Nord del paese (33,1%); nel Mezzogiorno tale quota e’ pari al 24,7 per cento e la quota di sedentari riguarda il 52,1% della popolazione contro il 29,1% al Nord).

Condividi questo articolo sui social:
0