Social network contro l’obesità

 

Le iniziative on-line stimolano i giovani

I social media possono esercitare una funzione positiva sui ragazzi obesi e aiutarli a migliorare il proprio stato di salute secondo un nuovo studio dell’American Heart Association coordinato da Jennifer Li del Medical Center della Duke University. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Circulation. “La comunicazione on-line e i social network sono diventati parte integrante della nostra vita quotidiana. Una maggiore interazione con gli altri che aumenta le possibilità di confronto e di riflessione su noi stessi” ha spiegato la Li. “Si tratta di un potenziale comunicativo che la Medicina deve iniziare a considerare nella giusta misura” ha continuato l’autrice. “Abbiamo valutato l’impatto sui ragazzi obesi di una serie di attività comunicative finalizzate a perdere peso promosse on-line. E i risultati hanno dimostrato che una maggiore interazione con consulenti e dietologi in rete ha portato i ragazzi obesi ad adottare le giuste abitudini alimentari e attività fisiche per riuscire ad abbassare l’ago della bilancia. Parliamo di una potenziale rivoluzione se pensiamo che circa il 95% per cento dei ragazzi tra i 12 e i 17 anni possiede un accesso internet a casa”.

 

Condividi questo articolo sui social:
0