Attentato a Boston: lo spettro del terrorismo

140 feriti gravi, alcuni amputati, tre morti tra i quali un bambino di otto anni, il bilancio dell’attentato alla maratona di Boston riapre una ferita dolorosa. Torna l’incubo del terrorismo e lo stato di allerta nelle principali città americane. Oltre ai due ordigni esplosi sulla linea di arrivo ne sono stati scovati e disinnescati altri cinque rinvenuti lungo il percorso della maratona, fortunatamente non esplosi. È quindi palese il tentativo di strage. Il presidente Obama ha parlato in diretta tv dichiarando caccia ai colpevoli. “Non abbiamo ancora risposte, ma di una cosa sono sicuro: troveremo i colpevoli. Per noi è come un atto di terrorismo”.

Condividi questo articolo sui social:
0