Addio “Cuore matto”

Antonio Ciacci, notorio al mondo con il nome di Little Tony, si è spento ieri sera nella clinica romana in cui era da tempo ricoverato a causa di un tumore ai polmoni. A 72 anni ci lascia il “cuore matto” della musica rock italiana degli anni 60 e 70, l’Elvis nostrano che ha venduto milioni di copie, fedele a se stesso e a quel rck’n’roll made in Usa di cui si è nutrito per tutta la vita.  Nel 1958, ancora diciassettenne viene notato durante uno spettacolo allo Smeraldo di Milano da un manager inglese che lo convince a partire con i suoi fratelli per l’Inghilterra, dove nascono “Little Tony and his brothers”. Tornato in Italia nel 1961 partecipa al Festival di Sanremo con Celentano cantando 24 mila baci e piazzandosi al secondo posto. La consacrazione arriva nel 1966 al Cantagiro con la bellissima canzone “Riderà”. L’anno successivo raggiunge l’apice della popolarità con la sanremese “Cuore Matto”, un trionfo internazionale. I funerali del cantante si terranno giovedì a Roma nella chiesa della Madonna del Divino Amore.

Condividi questo articolo sui social:
0