Rapporti poco protetti

Il 42% delle Under 25 non usa la pillola

Il 42% delle Under 25 italiane non utilizza nessun metodo contraccettivo nella prima esperienza sessuale. Di queste, il 24% ricorre al coito interrotto. E solo 3 donne su 10 hanno ricevuto informazioni da medici e insegnanti, mentre il restante 70% da fonti non qualificate. E’ quanto emerge dal sondaggio nazionale Le ragazze italiane: sessualità e contraccezione, che la Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo) ha svolto sul oltre mille giovani donne tra i 14 e i 25 anni e ha presentato a Milano. L’indagine ha analizzato anche l’uso della pillola, scelta nell’86% dei casi per la sicurezza contraccettiva. Tuttavia, spiega Alessandra Graziottin direttore Centro ginecologia e sessuologia medica del San Raffaele di Milano, “dobbiamo promuoverne maggiormente l’uso tra le ragazze”. E questo perchè “nel nostro paese solo il 16,2% delle donne usa regolarmente la pillola, contro il 41,5% della Francia, il 28% del Regno Unito e il 27,4% della Svezia”. Ben 4 ragazze italiane su 10 poi, ignorano gli effetti positivi della pillola su regolarità del ciclo, acne e irsutismo, mestruazioni dolorose e carenza di ferro. Dal canto suo, Mario Busacca, ordinario di ginecologia e ostetricia dell’università di Milano, sottolinea: “Se ancora troppe italiane arrivano impreparate alla prima volta, la principale causa è la scarsa educazione sessuale ricevuta”. Inoltre “il quadro è peggiorato negli ultimi 3 anni”. Rispetto a un analogo sondaggio fatto nel 2010, infatti, “registriamo un 5% in più di giovanissime che affronta la prima esperienza sessuale senza nessuna precauzione, rischiando così di incorrere non solo in una gravidanza indesiderata ma anche in una o piu’ malattie sessualmente trasmissibili” ha aggiunto l’esperta.

Condividi questo articolo sui social:
0