Come eliminare gli odori

L’estate cambia anche le abitudini alimentari e gli odori in cucina. Protagonisti di pranzi e cene diventuano frutta e verdura. Ottima scelta, se non fosse per la molestia del residuo che lasciano,il fastidioso scarto organico. Come fare per eliminare o ridurre i fastidiosi odori? La soluzione esiste ed è arrivata dagli Stati Uniti, inventata nel lontano 1927: un piccolo elettrodomestico posto sotto lo scarico del lavandino della cucina. Si chiama il “dissipatore”, disintegra la stragrande maggioranza dei rifiuti alimentari, riducendoli ad una dimensione tale che possano essere eliminati con il normale scarico dell’acqua al di sotto del rubinetto del lavabo. Come funziona? Con l’apertura dell’acqua del rubinetto del lavabo cucina, si attiva questo elettrodomestico che è pronto per accogliere qualsiasi rifiuto alimentare, per disintegrarlo e portarlo via con l’acqua, nel tubo dello scarico come fosse poltiglia (nella foto). In questo modo sarà anche più facile mantenere l’igiene in cucina, senza contare che abbiamo eliminato parte importante della differenziazione. Pratico, funzionale e a norma di legge, poiché questa pratica è ammessa dalla legislatura italiana, e ha anche un lato molto positivo: riduce la massa di rifiuti che va a intasare le nostre discariche gia piene, senza contare la riduzione dei costi di gestione.

Condividi questo articolo sui social:
0