Preferenze di prole?

“Più svegli” e più coccolati?

I genitori tendono a concentrare maggiori energie e attenzioni sulla prole più spiccatamente intelligente, innescando un circolo vizioso che permette ai bimbi di accelerare i ritmi di sviluppo a scapito però dei fratelli meno “svegli”. E’ quanto afferma un nuovo studio condotto da Paul Frijters della University of Queensland pubblicato sulla rivista Demography. La propensione quindi di mamma e papà di dedicarsi ai figli “più svegli” aggrava le differenze iniziali tra fratelli, inducendo i meno abili a sviluppare capacita’ cognitive inferiori. La ricerca ha analizzato dati da un’ampia indagine longitudinale che ha coinvolto 2.318 bambini da ottocentocinquanta famiglie negli Stati Uniti.

Condividi questo articolo sui social:
0