Micro-Case, il nuovo trend immobiliare

Il movimento “Small house” e “Tiny house”, letteralmente “piccole case”, affonda le sue radici nell’idea che una vita semplice sia preferibile se vissuta in piccole case. Il movimento, sviluppatosi in America ma diffusosi rapidamente anche in Giappone, auspica infatti come non solo sia possibile rinunciare a case da grandi metrature, ma anzi sia più opportuno. Fisse o su ruote, in queste abitazioni lo spazio è misurato al millimetro e i loro proprietari assicurano come non manchi nessun comfort. La chiave infatti per vivere in una casa piccola, è un design elegante, un’ attenzione ai dettagli ma soprattutto un vero senso di libertà, meno dispendiose, meno inquinanti ed enormemente più sostenibili. Abitare comodamente in un appartamento ridotto al minimo non è un’impresa impossibile, è necessario ingegnarsi utilizzando letti ad incasso, letti a castello o divani-letto, tavoli pieghevoli e sedie impilabili, scrivanie a scomparsa. I micro-appartamenti fanno tendenza e c’è persino chi ha fondato una ditta specializzata in questo tipo di costruzioni, come Jay Shafer fondatore della Tumbleweed Tiny House Company. Il sito Mother Nature ha stilato la classifica delle 10 case più piccole del mondo. Al 1 posto c’è appunto la Tiny House di Jay Shafer, di 30 metri quadrati. Al 2 posto la Micro Compact Home, una mini-casa super tecnologica ed ecologica, con ingresso, camera, bagno e sala da pranzo al prezzo di 30 mila euro. Il terzo posto è occupato dalla Little House di Toronto, eretta nel 1912 dal costruttore Arthur Weeden, che l’ha abitata per più di vent’anni, oggi è una delle attrazioni della città canadese. Seguono la stravagante Roll It Home, di forma cilindrica, ispirata agli interni delle navicelle spaziali; la Eco Bike Trailer, una roulotte per una persona trainata dalla bici, dotata di impianto eolico e fotovoltaico; la Quay House, una minuscola dimora tutta rossa che detiene il primato di abitazione più piccola della Gran Bretagna; la Twelve Cubed Mini House, con sede a Vancouver Island, British Columbia, di pochi metri quadri, sufficiente per ospitare due persone, con camera da letto, cucinino attrezzato e piccolo bagno; la Nano House di 25 mq che ospita fino a 4 persone; le Tiny Texas Houses, vendute in Texas, mini case realizzate con materiali di recupero riciclati; ed infine una casa singolare che si ispira ai cartelloni pubblicitari che troviamo lungo le strade, progettata da architetti polacchi. Si tratta di parallelepipedi sospesi su un pilone centrale dotati di tutto ciò che può rendere confortevole un appartamento.

Condividi questo articolo sui social:
0