Preti pedofili: l’Onu bacchetta il Vaticano

Provvedimenti non sufficienti a fermare gli abusi.

L’Onu, per voce del Comitato per i diritti dei bambini, chiede ufficialmente al Vaticano che gli abusi sessuali commessi dai preti pedofili vengano condannati in maniera inflessibile e definitiva, rimuovendo dal proprio incarico chi ha commesso tali atti sui bambini ma anche chi ne è anche semplicemente sospettato. Finora, si legge nel rapporto la Santa Sede ha “adottato politiche e pratiche” che hanno portato al proseguimento degli abusi su decine di migliaia di bambini e all’impunità degli autori. L’Onu, inoltre suggerisce al Vaticano di riconsiderare l’ipotesi aborto in casi eccezionali quando è a rischio la vita e la salute delle donne incinte.A questa raffica di accuseLa Santa Sede promette il massimo impegno ma sottolinea anche di non volere interferenze nell’insegnamento cattolico sulla dignità della persona umana e nell’esercizio della libertà religiosa. Nel frattempo Papa Francesco ha creato una commissione per proteggere i bimbi che avrà il compito di riferire sullo stato attuale delle vittime degli abusi e suggerire i provvedimenti da adottare. Chi vorrà diventare prete dovrà superare esami di condotta morale.

Condividi questo articolo sui social:
0