La Biorivitalizzazione

Procedura mini invasiva per la pelle

La biorivitalizzazione è una procedura medica antiage, mini invasiva e relativamente poco costosa che restituisce freschezza, tono, elasticità e luminosità alla pelle senza dover intervenire chirurgicamente. Generalmente viene eseguita tramite iniezioni con piccolissimi aghi di sostanze nutritive biocompatibili, anallergiche e riassorbibili a base di acido ialuronico, vitamine, amminoacidi e stimolatori del collagene e dei fibroblasti; esiste anche una biorivitalizzazione senza aghi che utilizza prodotti medicali che vanno applicati sulla pelle con una massaggio specifico che garantisce efficacia e soddisfazione anche alle pazienti che hanno paura dell’ago.

Il naturale processo di invecchiamento della pelle tende a disidratare gli strati superficiale e a rallentare l’attività delle cellule in essa contenuta riducendone l’elasticità, la lucidità e il tono. La biorivitalizzazione contrasta questo effetto attraverso un’azione di stimolazione dell’attività cellulare a livello del derma e di riduzione dei processi citotossici dei radicali liberi sui fibroblasti e sul tessuto connettivo. In pratica fornisce nutrimento e stimolazione negli strati profondi dove i normali cosmetici non riescono a penetrare, ripristinando l’idratazione, il volume e i nutrimenti che il tempo e le abitudini di vita hanno portato via.

Può essere eseguita in persone di tutte le età per prevenire o contrastare il processo di invecchiamento. Le zone più spesso trattate sono il viso, il collo, il decolté e le mani, ma la biorivitalizzazione può essere eseguita su qualsiasi parte del corpo che necessità di idratazione, nutrimento o tonificazione come per esempio l’interno delle braccia, delle cosce o l’addome. L’efficacia dell’azione biorivitalizzante viene potenziata se associata ad altre procedure di medicina estetica come radiofrequenza, peeling, filler o tossina botulinica.
Dr.ssa Laura Pagliaricci
Specialista in Chirurgia Generale
Medicina Estetica
Endoscopia Digestiva 3492343540

Condividi questo articolo sui social:
0