Perdere peso senza perdere la pazienza

 

Tempo di mare, silhouette e corpi statuari da esibire agli occhi puntati sulle donne. Ebbene sì, gli sguardi degli uomini sui lidi si soffermano irriverenti e implacabili sulle fisicità femminili. E allora attività fisica e diete a go-go per tutte. Ma che fatica con il caldo incombente. Ecco alcune indicazioni per perdere peso senza stress.

Molti italiani si lanciano in imprese disperate nel tentativo di perdere i chili di troppo accumulati durante l’inverno a causa di un’alimentazione scorretta e di scarso movimento. Tralasciando immediatamente gli intenti irragionevoli e distruttivi per il nostro fisico, ecco alcuni “trucchi” per perdere peso senza stress. Per iniziare, è fondamentale scegliere un regime alimentare basato sul proprio peso, misure, età e specifico fabbisogno calorico quotidiano. La dieta mediterranea è quella più sana, completa e mai privativa. Non sedersi a tavola a stomaco completamente vuoto e con troppo appetito: in questo modo si tenderà a mangiare troppo e velocemente. Spezzate con uno spuntino light (tre al giorno), magari verdure crude, un frutto, uno yogurt, una piccola brioche o una fettina di dolce fatto in casa. Scegliete i cibi nutrienti: danno un senso di sazietà immediata. Rinunciate all’idea di perdere più di un chilo a settimana per evitare l’effetto yo-yo e recuperare peso successivamente. Evitate di pesarvi in continuazione: il peso del corpo varia ogni giorno per motivi diversi e non perché la dieta che stai seguendo sia sbagliata o meno. L’ideale è salire sulla bilancia una volta a settimana, preferibilmente la mattina. La colazione si conferma il pasto più importante della giornata. Va fatta con calma, scegliendo cibi e bevande giuste, perché fornisce il 20-30% dell’energia necessaria attraverso latte e suoi derivati, cereali e frutta a volontà. Non rinunciate a pane, pasta e dolce, ma gestiteli con moderazione. Non fanno ingrassare se ingeriti nella giusta quantità e combinazione. Ad esempio, con dessert a cena, evitare il pane. Infine, considerate cinque porzioni di frutta e verdura, pochi carboidrati ad ogni pasto, carne non più di due volte alla settimana, uova e dolci consumati con moderazione.

Non ultimo, la regola d’oro: bevete tanta acqua, ma non troppa. Non solo: anche chi si sottopone a una costante attività fisica, ma poi è costretta ore e ore alla scrivania per la routine lavorativa, può seguire alcune regole d’oro. Non si trat­ta di un vademecum utile solo a non acquisire chili in eccesso considerata la sedentarietà del lavoro, ma anche e soprattutto di ricaricare corpo e mente. Benché il lavoro sedentario non imponga all’organismo sforzi eccessivi, infatti, dopo tre o quattro ore passate alla scrivania, il fisico si sente spossato come se avesse perso una notevole quantità di energia.
Nel lavoro cerebrale le cellule nervose pur consumando poca e-nergia hanno bisogno di un notevole apporto di sangue ben ossigenato. Ecco che allora la sensazione di stanchezza sparisce anche senza apporto calorico ma con una buona ossigenazione dell’ambiente e con un lieve esercizio muscolare che favorendo la circolazione dà un senso di benessere ritrovato. Spesso, però, chi è in ufficio trova poche scusanti per uscire a fare due passi, l’unico rimedio, allora è quello di seguire una dieta appropriata. È importante che l’ali­men­tazione sia leggera e con pochi grassi, per evitare che la digestione lenta provochi la classica sonnolenza dopo-pasto.
Al consumo di pasta, soprattutto ripiena, pane fresco e legumi, preferite le verdure, il riso e il pane tostato ma soprattutto limitate gli insaccati, la carne rossa e i fritti che richiedono una laboriosa digestione.
Evi­tate porzioni abbondanti a vantaggio di una sostanziosa colazione e di una buona cena. La caffeina costituisce un valido aiuto, aumenta la resistenza nervosa e favorisce le attività mentali, ma attenzione agli eccessi; infatti, più di tre taz­zine al giorno possono pro­vocare so­vraeccitabilità o addirittura assuefazione per cui più ne assumiamo, più il nostro corpo (e la nostra mente) au­menta il livello di tolleranza, cosicchè ne occorre una quantità sempre maggiore. Con questi consigli, semplici da eseguire, è facile ritrovare la forma fisica ideale senza perdere di vista la funzionalità cerebrale che tante diete improvvisate possono arrivare a compromettere.
E finalmente potrete sfoggiare sulla spiaggia una silhouette invidiabile e conservare un’eccellente fisicità in tutti i periodi dell’anno.

Condividi questo articolo sui social:
0